Gli appuntamenti allo Spazio culturale Orologio per la settimana dei Diritti dell’infanzia

di Redazione, #ReggioEmilia twitter@gaiaitaliacomRE #Notizie

 

Mercoledì 20 novembre si celebra la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che quest’anno coincide con il trentennale della Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia, approvata il 20 novembre 1989 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Per tale importante anniversario, lo Spazio Culturale Orologio di Reggio Emilia, che festeggia proprio in questi giorni il suo 5°compleanno, ha ideato la Settimana dei diritti, organizzando presso la propria sede in Massenet una serie di iniziative gratuite per bambini e adulti allo scopo di sensibilizzare la cittadinanza intorno a questi argomenti e per sottolineare l’impegno costante dell’Amministrazione comunale a favore dell’infanzia e dell’adolescenza, grazie ad una politica attenta ai bisogni e ai diritti dei più piccoli. Del resto, il tema dei diritti si intreccia alle proposte che quotidianamente lo spazio culturale di via Massenet offre alle scuole e alla città: il diritto all’apprendimento, alla scoperta, al gioco, al benessere, alla partecipazione. La Settimana dei diritti, quindi, è un invito a scoprire e riscoprire questo luogo di cultura e socializzazione e un’occasione per dare visibilità ad associazioni di giovani educatori e alla loro costante ricerca creativa.

Evento clou della settimana, L’ora del dirittatore, svegliare i diritti, in calendario venerdì 22 novembre, una serata organizzata da Officina Educativa del Comune di Reggio Emilia e MOON Museum Ordinary Open Night, in collaborazione con Spazio Culturale Orologio, associazione Passaporta, Wave Project, Centro sociale Orologio e centro teatrale Mamimò. L’iniziativa, aperta a tutti e ad ingresso gratuito, propone performance artistiche di vario genere, fra giochi di squadra e momenti musicali: si inizia alle ore 20 con un #apericena accompagnato dai #djset di Wave, poi, dalle ore 21 il pubblico potrà partecipare agli #investigationgames proposti dagli attori di Passaporta per richiamare e dare valore ai temi del diritto internazionale. Trent’anni fa l’Onu elaborava la Convenzione dei diritti dell’infanzia, dedicata ai bambini di tutto il mondo: cosa succederebbe se un tiranno, un “Dirittatore”, si appropriasse di alcuni diritti fondamentali? In uno scenario alternativo, Passaporta offre un intrigante gioco di investigazione adatto a tutti, grandi e bambini, gruppi e singoli, che vogliono provare a salvare l’umanità dal terribile “Dirittatore”, e riportare a tutti i diritti e la libertà. Allo scoccare di ogni ora (alle 20, 21, 22, 23) inizia l’investigation game a tempo. Il gioco termina dopo mezz’ora e la squadra che avrà risolto più enigmi nel tempo più veloce si aggiudicherà un premio. La partecipazione è libera e gratuita, per adulti e bambini accompagnati (età minima consigliata 7 anni). Ogni ora saranno ammessi massimo 30 partecipanti.

Questo il calendario completo delle iniziative previste per la Settimana dei diritti allo Spazio culturale Orologio (via Massenet 17/A), in cui si rifletterà sui diritti con vari eventi aperti alla città:

  • Lunedì 18 novembre, ore 18.00-19.30, narrazione Uomo e natura(età consigliata 9-99 anni);
  • Mercoledì 20 novembre, ore 18.00-19.30, narrazione con musica dal vivo L’isola dei libri perduti (età consigliata 9-99 anni);
  • Giovedì 21 novembre, ore 16.30-17.30, letture a cura dell’equipe Spazio Culturale Orologio (età consigliata dai 3 anni);
  • Venerdì 22 novembre, ore 18.30-20.00 Cena con misfatto, gioco di ruolo sui diritti creato dai ragazzi della scuola secondaria di 1° grado Fontanesi (età consigliata 11-99 anni); ore 20.00-23.30 “L’ora del dirittatore, svegliare i diritti”, apericena, dj set e investigation game in occasione del 5° compleanno dello Spazio Culturale Orologio, in collaborazione con Moon, Wave, Passaporta, Centro Teatrale MaMiMò;
  • Sabato 23 novembre, ore 16.00-17.00, visione cortometraggi sulle implicazioni della guerra realizzati dai ragazzi della scuola secondaria di 1° grado Aosta e narrazioni a cura dell’equipe Spazio Culturale Orologio (età consigliata 11-99 anni); ore 17.00-18.00 presentazione libro La resistenza dei sette fratelli Cervi – incontro con l’autrice Annalisa Strada (età consigliata 11-99 anni); ore 17.00-19.00 We play, proposte ludiche e giochi da tavolo (età consigliata 5-99 anni).

Contribuiscono alla realizzazione degli eventi: Officina Educativa del Comune di Reggio Emilia, Spazio Culturale Orologio, Associazione Passaporta, Wave Project, Centro Sociale Orologio, Centro Teatrale MaMiMò.

Per info: Spazio Culturale Orologio tel 0522.585396.

 

 

(19 novembre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata