Pubblicità
16.4 C
Modena
19.1 C
Roma
Pubblicità

MODENA CULTURA

Pubblicità

MODENA

Servizi Demografici. Al via indagine sul gradimento

Da lunedì 17 giugno questionari online e intervistatori nella sede dell’Anagrafe di via Santi: dall’attività allo sportello alle opportunità sul web [....]
HomeCopertina ModenaFacce da Biennale. Il pubblico della Biennale di Venezia tra il 1948...

Facce da Biennale. Il pubblico della Biennale di Venezia tra il 1948 e il 1986 in mostra a Modena

di Redazione Cultura

FMAV Fondazione Modena Arti Visive presenta il 7 giugno 2024 (fino al 15 settembre 2024), presso FMAV Palazzina dei Giardini la mostra Facce da Biennale a cura di Chiara Dall’Olio, mentre è in corso la 60. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.

A Modena 106 fotografie in bianco e nero sono state selezionate dal fondo di oltre 10.000 scatti “Archivio Arte Fondazione”, di proprietà di Fondazione di Modena, costituito da negativi su pellicola 6×6 cm realizzati dell’agenzia fotografica Cameraphoto di Venezia.

Le immagini in mostra raccontano la più importante manifestazione di arte contemporanea italiana riconosciuta in tutto il mondo, la Biennale d’Arte di Venezia, utilizzando il punto di vista dei suoi visitatori.
Fin dalla sua prima edizione nel 1895, la kermesse veneziana è stata infatti oggetto di una sempre maggiore attenzione del pubblico, composto non solo da addetti ai lavori, artisti, curatori, critici, collezionisti, giornalisti, che la considerano un’imperdibile occasione di incontro, ma anche da personalità del mondo della politica e dello spettacolo, e, in modo sempre più crescente, del pubblico di curiosi e amanti dell’arte.

Le fotografie rappresentano le inaugurazioni delle principali mostre allestite all’interno dei padiglioni nazionali nell’arco temporale tra il 1948 e il 1986.
Gli scatti immortalano i visitatori nel corso delle edizioni nelle sale di Giorgio MorandiFilippo de Pisis, Alexander Calder, Giorgio De Chirico. La mostra racconta inoltre le presenze a Venezia di artisti come Jackson Pollock, Emilio Vedova, Alberto Burri, Franz Kline, Alberto Giacometti, Giuseppe Capogrossi, per citarne alcuni.

Uno scatto ritrae, siamo nel 1964, l’artista americano Robert Rauschenberg mentre allestisce le sue opere nella sede dell’ex Consolato degli Stati Uniti a San Gregorio dove espone insieme a Jim Dine, Jasper Johns, Morris Louis, Kenneth Noland, Frank Stella, John Chamberlain e Claes Oldenburg.

E ancora scorrono le immagini del 1968 della Biennale della contestazione, tra rifiuti alla partecipazione, manifestazioni, o adesioni, come quella di artisti come Pino Pascali che espongono convinti che il portato rivoluzionario delle proprie opere possa costituire da protesta. Fino alla Biennale del 1978 “Dalla natura all’arte dall’arte alla natura” con il padiglione israeliano contenente un gregge di pecore vive parzialmente dipinte di blu dall’artista Menashe Kadishman, protagonista insieme ad un monumentale intervento di Staccioli, dell’episodio “Vacanze intelligenti” all’interno del film “Dove andiamo in vacanza?”.

Chiudono la mostra alcuni scatti degli anni Ottanta con le opere di Vito Acconci (1980), Alberto Burri, in occasione della sua personale agli ex cantieri navali della Giudecca nel 1982, Giuseppe Penone e Claudio Parmiggiani nell’edizione del 1986 intitolata “Arte e scienza”.

Facce da Biennale
dal 7 giugno al 15 settembre
FMAV Palazzina dei Giardini, Corso Cavour 2, Modena
A cura di Chiara Dall’Olio
Opening: venerdì 7 giugno ore 18-20
Orari (giugno e settembre): da mercoledì a venerdì ore 11-13 / 16 -19 
Sabato, domenica e festivi: ore 11-19 
Orari (luglio e agosto): da mercoledì alla domenica ore 15 – 19 
Ingresso gratuito 

 

 

(22 maggio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Modena
cielo coperto
16.4 ° C
18.1 °
15.5 °
71 %
2.6kmh
100 %
Dom
27 °
Lun
27 °
Mar
29 °
Mer
31 °
Gio
28 °

ULTIME NOTIZIE