PubblicitàAruba Fibra veloce
15.5 C
Modena
16.6 C
Roma

MODENA

Pubblicità

MODENA SPETTACOLI

Pubblicità
HomeComune di ModenaIn Consiglio Comunale a Modena si valuta "la cittadinanza onoraria a Julian...

In Consiglio Comunale a Modena si valuta “la cittadinanza onoraria a Julian Assange”

GAIAITALIA.COM MODENA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Valutare il conferimento della cittadinanza onoraria di Modena al giornalista Julian Assange. È l’invito rivolto all’Amministrazione comunale contenuto nell’ordine del giorno presentato da Giovanni Silingardi per il Movimento 5 stelle, nella seduta di giovedì 7 dicembre. Il documento è stato approvato dal Consiglio comunale con posizioni diverse anche all’interno degli stessi schieramenti politici. In particolare, oltre ai consiglieri del Movimento 5 stelle, hanno votato a favore della proposta i consiglieri del Pd Vincenza Carriero, Francesca Fabbri e Irene Guadagnini, e i gruppi Europa Verde-Verdi, Sinistra per Modena, Modena Civica e Gruppo indipendente per Modena; voto contrario dei consiglieri del Pd Federica Di Padova, Stefano Manicardi e Fabio Poggi, e dei gruppi Lega Modena e Fratelli d’Italia; astenuti per il Pd i consiglieri Mara Bergonzoni, Antonio Carpentieri, Lucia Connola, Mauro Forghieri, Ilaria Franchini, Vittorio Reggiani e Federica Venturelli e anche il gruppo Alternativa Popolare. I voti a favore sono stati 13, sei quelli contrari, otto le astensioni.

“Non sta scontando alcuna pena, non ha ricevuto alcuna condanna e non è accusato di nessun reato dal Regno Unito, Paese in cui è detenuto a tempo indeterminato per conto degli Stati Uniti”. Sono le parole del consigliere Silingardi, in riferimento al giornalista Julian Assange, attualmente detenuto in Inghilterra, con misure restrittive particolarmente severe. L’accusa è di aver pubblicato sul sito di WikiLeaks, organizzazione divulgativa internazionale e senza scopo di lucro, anche documenti segreti del governo americano, riguardanti, in particolare, l’intervento militare in Iraq e Afghanistan. Silingardi ha specificato che tale condizione detentiva e l’eventuale estradizione negli Usa, dove rischia l’applicazione di una lunga condanna, hanno suscitato forti proteste dell’opinione pubblica, nonché di diversi esponenti di organizzazioni a tutela dei diritti umani, come Nils Melzer, relatore speciale Onu sulla tortura, che ne ha chiesto l’immediata liberazione.

Il consigliere, inoltre, menzionando anche il conferimento ad Assange della tessera “ad honorem” di giornalista italiano, ha specificato che “diffondere notizie di pubblico interesse è una pietra angolare del diritto all’informazione libera e indipendente e che autorizzare l’estradizione del giornalista, esponendolo ad accuse di spionaggio, rappresenterebbe un pericoloso precedente”.

Ricordando quindi che diversi Consigli comunali, come quelli di Reggio Emilia, Napoli, Roma e Ferrara, hanno già preso posizione rispetto alla sua vicenda, avviando le procedure di conferimento per la cittadinanza onoraria, Silingardi ha auspicato che un analogo iter possa essere intrapreso anche dal Comune di Modena.

 

(11 dicembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


CRONACA MODENA & REGIONE