La Polizia Locale di Sassuolo denuncia per furto un’intera famiglia

0Shares

di Redazione #Sassuolo twitter@modenanewsgaia #Cronaca

 

Una famiglia di quattro persone, di origini nordafricane, è stata denunciata per furto alla Procura della Repubblica di Modena dagli agenti della Polizia Locale di Sassuolo a seguito di una attenta attività d’indagine partita nel Luglio scorso.

Nel mese di luglio, infatti, erano stati denunciati furti di materiale ferroso avvenuti nel Centro Raccolta Arcobaleno in via madre Teresa di Calcutta: attraverso una attenta attività di indagine ed incrociando le informazioni acquisite sui frequentatori, oltre alle immagini di videosorveglianza e dei veicoli presenti nel centro raccolta, nei giorni scorsi la Polizia Locale di Sassuolo è riuscita a concludere le indagini permettendo di indentificare i quattro autori, due uomini e due donne, di etnia nordafricana e tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare.

I quattro, con estrema naturalezza, si presentavano presso il centro raccolta anche in orario di apertura e quindi facilmente individuabili e nel contempo sicuri della loro impunità, depredavano il materiale che veniva stoccato all’interno dello stesso centro Raccolta caricandolo a bordo dei loro veicoli per poi successivamente essere stoccato altrove. Benché fosse materiale destinato alla distruzione e quindi di fatto inservibile, veniva ugualmente depredato per poi essere eventualmente rivenduto ovvero privato delle componenti che sul mercato parallelo avevano ugualmente un valore economico.

Gli autori del fatto, una volta individuati e messi davanti alle loro responsabilità non potevano fare altro che ammettere la loro partecipazione all’evento delittuoso. Si tratta di A.M. di anni 24, L.Z. di anni 52, L. F. di anni 24, D. H. di anni 49, tutti denunciati per furto alla Procura della Repubblica di Modena.

Così, opportunamente mondato del solito inutile commento del Sindaco Menani all’operato delle Forze dell’Ordine che facevano benissimo il loro mestiere prima di lui e lo faranno dopo di lui, il comunicato stampa ricevuto in redazione.

 

(13 ottobre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata