Sulla Ghirlandina insieme al Tassoni e alla “Vil Secchia di Legno”

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Cultura

 

“L’infelice e vil secchia di legno: lo spirito umorista di Alessandro Tassoni” è il titolo della visita guidata in programma sabato 29 giugno alle 18.30 sulla Ghirlandina, simbolo di Modena. Il ritrovo dei partecipanti è alle 18.15 nella biglietteria della Torre, in via Lanfranco. La prenotazione per massimo 25 persone è obbligatoria via mail (torreghirlandina@comune.modena.it).

“La Secchia rapita” è l’opera più celebre firmata dal modenese Alessandro Tassoni ed è tra i poemi eroicomici più amati della letteratura italiana. Il poema in ottave è una satira del suo tempo. La visita inizia da piazza Torre, dalla scultura ottocentesca di Alessandro Cavazza (del 1860) che ritrae lo scrittore.

I partecipanti alla visita guidata, salendo in Ghirlandina, potranno scoprire la storia e la funzione della Torre ed ammirare la copia della secchia rapita, simbolo della vittoria dei modenesi contro i bolognesi, nella battaglia di Zappolino del 1325. La secchia originale di legno e ferro è custodita nel Palazzo Comunale, nel “Camerino dei Confirmati”, al centro delle Sale storiche.

Il percorso si conclude ammirando il panorama dalle finestre della Sala chiamata “dei Torresani”, dove abitavano le guardie del Comune custodi della Torre.

La visita guidata è gratuita previo pagamento del biglietto d’ingresso alla Ghirlandina (3 euro, ridotto 2 per bambini e studenti 6-26 anni, over 65, gruppi di minimo 10 partecipanti; gratis per bimbi fino a 5 anni, disabili con accompagnatori, giornalisti, guide turistiche e insegnanti che accompagnano classi); oppure biglietto Unico Sito Unesco da 6 euro, a validità illimitata, per Ghirlandina, Musei del Duomo, Sale Storiche del Palazzo Comunale, Acetaia Comunale (prenotazione allo Iat di piazza Grande 14 per venerdì pomeriggio, sabato e festivi mattina e pomeriggio). Informazioni: www.visitmodena.it.

 


 

(27 giugno 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 





 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*