PubblicitàAruba Fibra veloce
15.8 C
Modena
16.6 C
Roma

MODENA

Pubblicità

MODENA SPETTACOLI

Pubblicità
HomeModena CulturaL'UE tra l'invasione dell'Ucraina e i nuovi nazionalismi

L’UE tra l’invasione dell’Ucraina e i nuovi nazionalismi

GAIAITALIA.COM MODENA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Cultura

Il ruolo dell’Unione europea di fronte alla crescita dei nazionalismi e dopo l’invasione dell’Ucraina è uno dei temi di riflessione che attraversa il programma di iniziative e incontri promossi dal Comune e dal Centro Europe Direct di Modena in occasione della Giornata dell’Europa che il 9 maggio celebra il 73° anniversario di quello che è considerato l’atto di nascita dell’Unione europea. Il 9 maggio 1950, infatti, è la data della dichiarazione con la quale Robert Schumann, allora ministro degli Esteri francese, proponeva la creazione di una Comunità europea del carbone e dell’acciaio, primo passo del percorso che ha condotto fino all’Unione attuale.

Tra presentazioni di libri e incontri con gli studenti, il programma è dedicato anche ad approfondimenti sull’educazione e la partecipazione alla cittadinanza europea e si apre venerdì 5 maggio, alle 11, in Galleria Europa, con un incontro che vede protagonisti gli studenti di tre classi del liceo classico Muratori-San Carlo di Modena e del liceo scientifico Fanti di Carpi. I ragazzi presenteranno i risultati del lavoro di monitoraggio civico che hanno svolto nel corso dell’anno, nell’ambito del progetto “A scuola di open coesione”, verificando la gestione di progetti finanziati dall’Unione europea sul territorio modenese: dalla riqualificazione dell’ex Ospedale estense al Laboratorio aperto.

Lunedì 8 maggio, alle 18.30, in Galleria Europa sarà presentato il libro “Ombre d’Europa. Nazionalismi, memorie, usi politici della storia” con l’intervento dell’autore, lo storico Guido Crainz (in collaborazione con l’Istituto storico di Modena). Nel calendario delle iniziative anche la presentazione di altri due volumi: “Quaderni balcanici” di Francesco Maria Feltri, in programma il 16 maggio, alle 18.30, e “La buona condotta”, il romanzo che prende il via dalla storia vera di due sindaci che si contendono la guida di un piccolo paesino del Kosovo. Interviene l’autrice Elvira Mujcić. Entrambe le presentazioni si svolgono in Galleria Europa.

Diversi anche gli appuntamenti dedicati all’educazione alla cittadinanza europea con approfondimenti sui progetti in corso curati dal centro Europe Direct come “Comunicare l’Unione Europea”, martedì 9 maggio, al liceo Paradisi di Vignola.

Fino a lunedì 22 maggio, in Galleria Europa, si svolgono gli incontri di “Educare alla cittadinanza europea” che coinvolgono gli studenti delle scuole modenesi, in totale 24 classi per un totale di 774 studenti, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di una cittadinanza europea responsabile e attiva.

Da lunedì 8 e fino a domenica 14 maggio, sulla pagina Facebook e sul profilo Instragram del Centro Europe Direct saranno pubblicati i materiali realizzati dalle scuole a conclusione del percorso #lascuolaparladieuropa. Lunedì 15 maggio, in Galleria Europa, è in programma l’accoglienza di una delegazione portoghese ospite dell’Istituto comprensivo 1 di Modena nell’ambito del progetto Erasmus+, mentre mercoledì 17 maggio, alle 17, sui canali Youtube e Facebook del Centro Europe Direct saranno presentate le occasioni di formazione e volontariato overseas promosse dalla Ong italo-inglese Volunteer in the world.

Ancora sui canali social di Europe Direct, da lunedì 22 maggio a mercoledì 7 giugno si potranno scoprire i materiali realizzati dagli studenti nell’ambito della campagna “#WordsDoMatter – Le parole contano!”, per rivivere virtualmente il momento della firma della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e approfondirne il significato. Nell’ambito del programma saranno presentati anche le opportunità di formazione e lavoro all’estero e di volontariato con i Corpi civili di pace.

Lunedì 29 maggio, alle 18, in Galleria Europa è in programma “Liberation Route Europe”, incontro dedicato ai sentieri della memoria che collegano i luoghi e le storie della Seconda guerra mondiale in un’unica rete europea.

Il programma si conclude mercoledì 7 giugno con un incontro dedicato al ruolo dell’Unione Europea nella guerra in Ucraina e all’accoglienza dei profughi da parte della città di Modena (al centro sociale Anziani e orti di San Faustino, alle 20).

Informa un comunicato stampa pubblicato integralmente.

 

(3 maggio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



CRONACA MODENA & REGIONE