14.5 C
Modena
domenica, Maggio 29, 2022

“Avviare raccolte di farmaci per i minori”, è unanime il “sì” alla mozione PD

Altre da Modena

Condividi

di Redazione Modena

Promuovere e avviare in città iniziative di raccolta di farmaci da banco, alimenti per l’infanzia e prodotti pediatrici per i minori in povertà sanitaria, anche con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità sui diritti dei più piccoli. È l’invito che rivolge all’Amministrazione l’ordine del giorno votato all’unanimità dal Consiglio comunale di Modena nella seduta di giovedì 12 maggio. La mozione, presentata per il Pd dalla prima firmataria Mara Bergonzoni, sollecita il coinvolgimento nel percorso delle farmacie comunali e di quelle private aderenti a Federfarma.

Presentando il documento in aula, la consigliera Bergonzoni ha citato i risultati di “In Farmacia per i bambini”, l’iniziativa nazionale realizzata dalla Fondazione Francesca Rava – Nph Italia onlus insieme al network “Kpmg”, giunta alla nona edizione, che nel 2021 si è svolta dal 15 al 20 novembre in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia. In aula è stato ricordato che al progetto aderiscono 2.100 farmacie in tutto il Paese, “un presidio sanitario fondamentale per capacità di ascolto, orientamento e guida dei cittadini”, capaci di raccogliere nel 2020, nonostante le restrizioni connesse all’emergenza sanitaria, oltre 220mila prodotti per 750 enti in aiuto a 40mila cittadini. E proprio la pandemia ha portato “a un aumento delle famiglie in condizioni di povertà assoluta, come confermano i dati Istat”, ha sottolineato Bergonzoni.

Con queste premesse, quindi, la mozione sollecita un impegno dei soggetti attivi sul territorio, a partire dal Comune, per aiutare bambini e famiglie in difficoltà a ottenere i farmaci. In particolare, oltre a suggerire l’adesione al progetto “In Farmacia per i bambini” per la raccolta di prodotti, si propone di promuovere l’iniziativa “farmacosospeso” a cui possono contribuire i cittadini in ogni momento, pagando in anticipo medicinali e materiale sanitario e lasciandoli a disposizione di chi ne ha necessità. L’ordine del giorno, inoltre, invita l’Amministrazione a sviluppare azioni di informazione e di sensibilizzazione in città e nelle scuole “affinché si dia il giusto peso a questi progetti di solidarietà e alle azioni individuali che i modenesi possono compiere”.

Prima dell’approvazione del documento, Giovanni Silingardi (Movimento 5 stelle) è intervenuto per mettere in evidenza come “un’iniziativa come questa valorizzi le farmacie comunali, che rappresentano un patrimonio pubblico”.

 

(13 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata