Ruba una bici, arrestato grazie alla segnalazione dei cittadini

0Shares

foto di repertorio

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Cronaca

 

Dopo aver rubato una bicicletta è stato fermato praticamente in tempo reale: decisive sono state la collaborazione con i cittadini, che hanno segnalato il furto in corso, e le immagini della video-sorveglianza comunale, che hanno permesso di “assistere” al colpo mentre avveniva e guidare l’intervento degli operatori della Polizia locale di Modena. Un 50enne ghanese, autore del reato avvenuto in via Due Canali intorno alle 12 di sabato 12 settembre, è stato così bloccato e denunciato all’autorità giudiziaria. L’uomo, rintracciato a pochi metri di distanza, con sé aveva anche un coltello.

Il furto è stato commesso nei pressi della sorgente dell’acqua del parco XXII aprile dove il ghanese, immaginando di non essere visto da nessuno, ha rotto a colpi di mattone il catenaccio che legava una bici da donna a un palo. L’allerta alla sala operativa del Comando di via Galilei da parte di alcuni residenti ha fatto però intervenire le pattuglie della polizia giudiziaria: nel giro di pochi minuti il 50enne, i cui spostamenti sono stati seguiti anche attraverso la video-sorveglianza, è stato individuato in via Canaletto a bordo della bici. Dopo aver forzato il dispositivo di sicurezza, infatti, stava circolando liberamente; tra le mani teneva ancora un coltellino multiuso aperto.

Fermato dagli operatori, il ghanese è stato accompagnato in ufficio dove è emerso che alle spalle ha diversi precedenti e che non è in regola col permesso di soggiorno. Al termine degli accertamenti gli sono stati contestati il furto aggravato del veicolo e l’inosservanza della normativa sugli stranieri.

La bicicletta, recuperata dagli operatori assieme al catenaccio rotto, si trova ora al Comando, in attesa di tornare al legittimo proprietario. Quest’ultimo per riportarsela a casa deve telefonare alla sezione di polizia giudiziaria della Polizia locale (tel. 059-2033727) e, a seguire, occorre presentarsi negli uffici con un documento d’identità valido per sporgere denuncia e descrivere con precisione marca, modello e colore del mezzo sottratto in via Due Canali.

 

(15 settembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata