La Stagione 2019/2020 del Teatro Comunale di Carpi

Carpi, Teatro Comunale

di Redazione #Carpi twitter@modenanewsgaia #Spettacoli

 

E’ stato presentato nei giorni scorsi la nuova stagione del Teatro Comunale di Carpi: trentaquattro spettacoli ed alcuni tra i più conosciuti nomi – sempre gli stessi – del panorama culturale [sic] italiano. Alessio Boni, Maria Paiato, Lino Guanciale, Elio, Alessandro Bergonzoni, Mikhail Pletnev, Cristiano De André, Patti Smith, Enrico Rava, Stefano Bollani tra gli altri per una nuova stagione che segue quella 2018-2019 che ha visto aumentare spettatori ed introiti del 25% segno inequivocabile che repetita juvant.

Il Teatro Comunale di Carpi offrirà un ampio ventaglio di proposte che abbraccia il teatro tradizionale di prosa e quello contemporaneo, la musica classica e quella che va dal pop al gospel, dal rock al jazz, oltre alla danza. L’inaugurazione si terrà domenica 13 ottobre con il concerto dell’Orchestra Barocca Zefiro sotto la direzione di Alfredo Bernardini, che proporrà l’integrale dei Concerti Brandeburghesi di J.S. Bach.
La stagione di teatro di prosa si aprirà poi venerdì 18 ottobre 2019 alle ore 21.00 (repliche il 19 e 20 ottobre) con un’intensa Maria Paiato in Madre Courage e i suoi figli di Bertold Brecht, una nuova versione del capolavoro brechtiano dalle forti componenti musicali, dove parola, corpo e musica si fondono.
La rassegna Teatro proseguirà venerdì 22 novembre (repliche 23 e 24 novembre) con lo spettacolo Skiantoscritto e interpretato da Filippo Timi, una favola pop all’irrefrenabile ricerca di un’identità fuori dalla “handicappitudine”, venerdì 13 dicembre (repliche 14 e 15 dicembre) con Gabriella Pession e Lino Guanciale che interpreteranno After Miss Julie, una trasposizione moderna, drammatica e seduttiva del classico di Strindberg, prima messinscena in Italia dell’adattamento di Patrick Marber, sceneggiatore già candidato all’Oscar 2005 per Closer.
Il 2020 si aprirà venerdì 17 gennaio (repliche 18 e 19 gennaio) con Alessio Boni che mette in scena il suo Don Chisciotte, liberamente ispirato al romanzo di Miguel de Cervantes. Dalla piéce della scrittrice belga Amélie Nothomb è invece tratto lo spettacolo con Elio De Capitani Libri da ardere venerdì 7 febbraio (repliche 8 e 9 febbraio), mentre venerdì 13 marzo (repliche 14 e 15 marzo) sarà in scena Regalo di Natale, tratto da uno dei più bei film di Pupi Avati, lucido, amaro, avvincente. Chiuderanno la rassegna di prosa, venerdì 3 aprile (repliche 4 e 5 aprile) Giorgio Lupano e Francesco Bonomo con un nuovo spettacolo tratto dagli scritti gialli di sir Arthur Conan Doyle, Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo squartatore, per la regia di Ricard Reguant.

Il programma de L’Altro Teatro, aperto a nuovi linguaggi e alle commistioni con le altre forme d’arte, inserito nel Circuito Multidisciplinare Regionale ATER Associazione Teatri Emilia Romagna, s’inaugurerà venerdì 8 novembre 2019, alle ore 21, con un omaggio a Giorgio Gaber di Elio, che ripropone Il Grigio, il capolavoro di Giorgio Gaber e Sandro Luporini che Giorgio Gallione adatta inserendo alcune celebri canzoni del Signor G.
Lo spettacolo di e con Alessandro BergonzoniTrascendi e sali, verrà rappresentato sabato 7 dicembre, mentre giovedì 19 gennaio 2020 Giuseppe Giacobazzi sarà il one man show di Noi – Mille volti e una bugia.
Un’immaginaria e tragicomica partita di tennis tra un generico numero due e il fuoriclasse di tutti i tempi andrà in scena sabato 29 febbraio con Emilio Solfrizzi nello spettacolo Roger, dedicato al campione svizzero Roger Federer, mentre gli Oblivion, con La Bibbia riveduta e scorrettavenerdì 27 marzo, chiuderanno la rassegna con il loro primo vero e proprio musical comico.

Il successo della Musica classica… con aperitivo sarà riproposto, mantenendo la collocazione della domenica pomeriggio – alle ore 17 – e il format vincente che prevede un momento di socializzazione al termine dei concerti, con l’aperitivo servito nel foyer del Teatro. La rassegna si è consolidata come una stagione concertistica di primaria importanza, con nomi di rilievo nazionale e internazionale, a partire dall’appuntamento inaugurale della stagione il 13 ottobre con l’Orchestra Barocca Zefiro, seguito da quello con la Filarmonica del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo (3 novembre) diretta da Pier Carlo Orizio con Giuseppe Albanese pianista, dal concerto del pianista Aristo Sham (1 dicembre),quindi dagli Archi di Santa Cecilia (12 gennaio) diretti da Luigi Piovano, in un suggestivo concerto interamente dedicato a celebri compositori italiani, che vedrà anche la singolare presenza della sand artist Ghibli, le cui immagini create con la sabbia a tempo di musica saranno proiettate su maxischermo.
Il programma proseguirà con il pianoforte del grande Mikhail Pletnev (16 febbraio 2020), con Anna Tifu Tango Quartet (29 marzo) e si chiuderà con il concerto dell’Orchestra Leonore con Daniele Giorgi alla direzione e Lilya Zilberstein al pianoforte (19 aprile).

Sabato 26 ottobre, Cristiano De Andrè aprirà la serie degli appuntamenti con L’Altra Musica che spazierà dal pop al jazz, dal rock al gospel. De André canta De André. Storia di un impiegato è lo spettacolo omaggio che Cristiano dedica al padre Fabrizio De André a vent’anni dalla morte e allo storico disco di Faber.
Farà tappa al Comunale sabato 30 novembre il tour di Patti Smith, che con Tony Shanahan alla chitarra e al pianoforte presenta il suo Words and Music, un percorso mistico e artistico, un concerto-reading nel quale saranno proposti alcuni dei suoi brani più famosi.
Il Gospel nella sua forma più autentica sarà proposto dal Dexter Walker & Zion Movement che presenta trenta artisti provenienti da Chicago (domenica 20 dicembre). La rassegna de L’Altra Musica si chiuderà giovedì 19 marzo con Enrico Rava e Stefano Bollani; la coppia più affiatata e famosa del jazz italiano si esibirà in uno straordinario e spettacolare concerto, che mette insieme standard jazz, musica brasiliana, canzone italiana e composizioni originali.

La danza sarà uno dei gioielli della stagione 2019/2020 del Teatro Comunale di Carpi che vedrà alternarsi sul suo palcoscenico danza classica e danza contemporanea. Si parte dal Nuovo Balletto di Toscana che, domenica 10 novembre, porterà in scena Pulcinella, uno di noi sulle musiche di Pergolesi e Stravinskij. Sabato 10 gennaio 2020, il nuovo anno si aprirà con il gala Les Italiens de l’Opéra de Paris con Alessio Carbone e altri 10 danzatori, quindi domenica 2 febbraio sarà la volta delle musiche dei Pink Floyd nello Shine Suite – Pink Floyd Moon con coreografia e regia di Micha van Hoecke, per chiudere con la Compagnie Hervé Koubi che porterà in scena, domenica 22 marzo, Les Nuits Barbares, ou les premiers matins du monde, un’opera spettacolare dedicata al tema dell’origine della cultura mediterranea, che affronta la paura ancestrale dello straniero, portando agli occhi del pubblico ciò che di più affascinante c’è nell’incontro fra culture e religioni.

Il programma del Teatro Comunale di Carpi proporrà inoltre quattro eventi speciali. Si inizia con la novità dello spettacolo di Capodanno, A Christmas Carol Musical, la più conosciuta e commovente storia di Natale, tratta dal famoso canto di Charles Dickens, rivisitato in versione musical, con un cast artistico di venti elementi, effetti speciali, musiche originali, 150 costumi e imponenti scenografie; quello dell’8 marzo dedicato alle donne, in collaborazione con l’Assessorato alle Pari Opportunità, che vedrà Marina Massironi e Roberto Citran esibirsi in Le verità di Bakersfield, quello che celebra la Giornata della Memoria domenica 26 gennaio, in collaborazione con Fondazione Ex Campo Fossoli e la serata consacrata all’opera lirica (venerdì 21 febbraio), in collaborazione con il Circolo Lirico Luciano Pavarotti, con Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo.

Confermata la rassegna Famiglie a teatro inaugurata nella stagione 2018/2019 e dedicata ai più piccoli, con spettacoli appositamente pensati per avvicinarli al mondo del teatro.
La rassegna proporrà (domenica 22 dicembre) L’illusionista con Luca Bono e la regia di Arturo Brachetti, un percorso spettacolare e tecnologico tra illusioni di grande effetto scenico ed emotivo, manipolazione di oggetti e close up, quindi in occasione del cinquecentenario leonardesco Il volo di Leonardo (domenica 23 febbraio), un viaggio senza tempo per scoprire le virtù e il genio assoluto di Leonardo Da Vinci, e, dopo il successo de L’elisir d’amore, il Don Pasquale (venerdì 6 marzo), una riduzione dell’opera lirica di Gaetano Donizetti per e con bambini e ragazzi delle scuole primarie di Carpi.

Ai ragazzi sono dedicate poi le proposte del Teatroscuola, un programma di spettacoli che sarà dedicato e presentato in autunno alle scuole del territorio, e il Laboratorio Fare Teatro per ragazzi, giovani e adulti al di fuori dell’orario scolastico, per avvicinarsi al mondo e all’espressività teatrale, rivolto ai ragazzi d’età compresa tra gli 8 e i 20 anni (iscrizioni da ottobre).

Teatro Comunale di Carpi
Piazza dei Martiri 72
Tel. 059.649226
teatrocomunale.carpidiem.it
teatro.comunale@carpidiem.it

 

 

 

(10 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 





 

 

 

 

 




 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*