11.2 C
Modena
domenica, Ottobre 17, 2021
HomeCopertinaTrieste e l’Apartheid

Trieste e l’Apartheid

di G.G. #Trieste twitter@gaiaitaliacom #Apartheid

 

Eccolo il nuovo apartheid triestino di ispirazione salviniana: niente atleti africani alla maratona e la Federazione Italaiana d’Atletica Leggera sul piede di guerra e un atto che ricorda tanto l’Hitler del “No” sdegnato a Jesse Owens che sconfisse gli ariani.

Eccola la rivincitina dell’Italietta salviniana che mette di parte chi rischia di mettere in ombra la mediocrità dell’indigeno stivalaro: cosa c’è di meglio di un divieto nei confronti di chi si considera inferiore per affermare una superiorità che non c’è, che non esiste, che è la vergogna, che è l’odio gratuito e che è disgustosa, cretina, inutile, antistorica e fascista?

Nulla di meglio, con questa gente in parlamento e nei posti di potere. Rinsaviscano gli italianucoli. E lo facciano prima del 26 maggio. Prima di dare il via ad un disastro che non potevano nemmeno immaginare. Siamo al peggio del Sud Africa e al peggio della Rodhesia (oggi Zimbabwe) che non esistevano più se non nella mente di coloro che oggi, disgraziatamente, incontrano il favore del vento.

E sarà tempesta.

 





(27 aprile 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE