5.6 C
Modena
giovedì, Dicembre 2, 2021
HomeCopertina ModenaMacbeth, le cose nascoste con la regia di Carmelo Rifici dal 18...

Macbeth, le cose nascoste con la regia di Carmelo Rifici dal 18 al 21 novembre al Teatro Storchi di Modena

di Redazione, #spettacolo

Carmelo Rifici firma la regia di Macbeth, le cose nascoste, riscrittura della tragedia shakespeariana ed esito di un lungo lavoro di ricerca drammaturgica che il regista ha realizzato insieme ad Angela Dematté, sua fedele compagna di lavoro e di scrittura, e Simona Gonella, qui in veste di Dramaturg.

Lo spettacolo è atteso al Teatro Storchi di Modena dal 18 al 21 novembre (giovedì e venerdì ore 20.30, sabato 19.00 e domenica 16.00).

Un Macbeth in cui il protagonista si fa letteralmente in tre grazie a Tindaro Granata, Angelo Di Genio e Alfonso De Vreese, le cui mogli/ladies sono qui incarnate da Leda Kreider, Elena Rivoltini e Maria Pilar Pérez Aspa, mentre il giovane Alessandro Bandini impersona gli sfortunati figli della tragedia scozzese. Gli attori affondano nel magma archetipico che il Bardo fa affiorare nei personaggi delle streghe. L’allestimento prosegue l’indagine sulla riscrittura dei classici che Rifici ha iniziato con Ifigenia, liberata, e che questa volta si avvale della consulenza di due psicoanalisti di scuola junghiana, Giuseppe Lombardi e Giuliana Vigato. Macbeth, le cose nascoste nasce da un viaggio nell’anima degli attori alla ricerca dei loro lati nascosti, in cui il regista cerca uno spazio di condivisione tra loro e gli spettatori. Dall’esplorazione del rapporto psicanalista/paziente/oggetto scaturisce una rinnovata lettura del testo shakespeariano e dell’approccio con gli attori. La singolarità del progetto sta proprio nel aver creato un’equipe di scrittura composta da regista, drammaturga, Dramaturg, uno psicoanalista e una psicoterapeuta.

Nobile scozzese al servizio del re Duncan, tornando vittorioso da un’importante battaglia insieme all’amico Banquo, Macbeth incontra tre streghe che gli predicono il futuro: diventerà Barone di Cawdor e re al posto di Duncan, ma i figli di Banquo regneranno dopo di lui. Informata della profezia, Lady Macbeth spinge il marito a uccidere Duncan per diventare re. Temendo poi il tradimento di Banquo, Macbeth lo fa assassinare, ma ricompare poi come fantasma per perseguitarlo. Dopo aver udito dalle streghe che non sarà mai vinto da un essere umano nato da una donna, Macbeth viene attaccato da Malcolm, figlio di Duncan, e da Macduff, cui ha ucciso la moglie e i figli. Schiacciata dal peso dei propri crimini, Lady Macbeth impazzisce e si uccide. Macduff e il figlio del re Duncan muovono l’esercito contro Macbeth, che viene ucciso da Macduff non prima di aver appreso che era nato da parto cesareo, quindi non propriamente “nato da donna”.

 

TEATRO STORCHI
Macbeth, le cose nascoste
di Angela Dematté e Carmelo Rifici

tratto dall’opera di William Shakespeare
18 al 21 novembre

 

 

(15 novembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità
4,764FansMi piace
2,382FollowerSegui
128IscrittiIscriviti

ULTIME NOTIZIE