10.9 C
Modena
lunedì, Ottobre 18, 2021
HomeCopertina ModenaIl cinema all'aperto, i No Green pass e l'art.34 della Costituzione

Il cinema all’aperto, i No Green pass e l’art.34 della Costituzione

di Daniele Santi, #politica

Dunque i No Green pass hanno colpito il cinema all’aperto di Modena, venendo addirittura da Parma e Reggio Emilia, quattro gatti lo stesso, mostrando tutta la loro competenza di Costituzionalisti che tacciavano di anti-costituzionalità il Green pass. Loro la Costituzione la conoscono a menadito, quasi come la Polizia conosce loro: alcuni, infatti, erano già conosciuti alle forze dell’ordine, come da comunicato ricevuto ieri sulla faccenda.

Avendo a che fare con provetti conoscitori della Costituzione Italiana, ed essendo noi dei bastian contrari, ci permettiamo di insinuare che la conoscenza non sia poi così approfondita e ci permettiamo, contro ogni forma di rispetto, di consigliare ai signori No Green pass la rilettura, o la prima lettura, dell’articolo 34, quello che recita:

“La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso”.

Perché sorge il dubbio, tra cartelli inneggianti alla “liberta” – rigorosamente senza accento – alle clamorose indecisioni su dove mettere la “h” quando serve, perché per sapere quando serve e quando non serve tocca studiare e dopo non c’è tempo per approfondire la Costituzione, che non solo non abbiano conoscenza dell’articolo in questione, ma che addirittura ne abbiano ignorato per tutta la vita l’esistenza, ricorrendo poi alla parola “costituzione” come scudo dopo avere letto qualcosa sulla questione su qualche sito dei loro che parla anche di codici QR nei mosaici di Pompei.

Siamo al fenomeno tutto italiano di una infima minoranza rumorosissima, per lo più impreparata e poco incline all’approfondimento, che pretende che tutta una maggioranza ritenuta di pecoroni segua i suoi deliri di inconcludenza caciarona e leggermente fallimentare.

Se poi qualcuno volesse andare a vedere perché alcuni tra questi, sempre troppi a nostro avviso, siano ben conosciuti alle Forze dell’Ordine potrebbe avere la ventura di scoprire che potrebbero appartenere a frange estremiste, prevalentemente di estrema destra, che guarda guarda sono quelle che capeggiano (sotto mentite spoglie) le iniziative No Vax e No Green Pass. Quando si dice la sfiga.

 

 

(13 agosto 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE