Carpi, aggredisce due donne in strada e poi tenta di uccidere due fratelli intervenuti in loro soccorso, arrestato dai Carabinieri

0Shares

di Redazione #Carpi twitter@modenanewsgaia #Cronaca

 

Questa mattina, verso le 3.00, i Carabinieri della Compagnia di Carpi hanno tratto in arresto un 63enne del posto, già noto alle Forze dell’Ordine, con la pesante accusa di tentato omicidio nei confronti di due fratelli 25enni del luogo. Il fatto è avvenuto nel centro cittadino di Carpi. Secondo la ricostruzione effettuata dai militari tempestivamente intervenuti, il 63enne, mentre stava viaggiando sulla sua auto,  ha  avvicinato  due giovani ragazze che stavano rincasando e, dopo essere sceso dall’auto, per motivi tuttora in fase di chiarimento, ha iniziato a percuoterle attirando l’attenzione di due fratelli 25enni i quali, a bordo della loro autovettura, stavano transitando da quelle parti.

I due fratelli sono dunque scesi dalla loro utilitaria per difendere le due donne, riuscendo a farle salire sulla loro macchina, allontanandosi. L’uomo tuttavia ha iniziato ad inseguirli, raggiungendoli ad un semaforo poco distante, tamponandoli violentemente. I quattro, nonostante ciò, hanno continuato a scappare ed hanno raggiunto il piccolo piazzale antistante la sede della Polizia Locale, nel tentativo di chiedere aiuto; l’uomo però li ha nuovamente raggiunti, ha parcheggiando l’autovettura di fianco alla loro e, dopo aver afferrato un’accetta che custodiva nell’abitacolo, è sceso dall’auto e si è scaraventato su di loro, nel tentativo di colpirli. I due hanno reagito, riuscendo a disarmarlo, mentre le due ragazze, attonite, assistevano alla scena. Il 63enne, per nulla scoraggiato, è salito nuovamente sulla sua autovettura e dopo aver indietreggiato di qualche metro, ha innestato la prima e a fortissima velocità ha cercato di investire i due, i quali sono riusciti ad evitare l’impatto. L’uomo riproverà almeno altre due volte a travolgerli.

Solo a questo punto, probabilmente accortosi che uno dei ragazzi aveva allertato i Carabinieri, l’uomo è scappato via. I militari sono giunti poco dopo, trovando solamente i due ragazzi sul posto e l’accetta abbandonata dal fuggitivo, che veniva rintracciato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Carpi, ove è tuttora ricoverato per le lesioni da egli stesso riportate nelle concitate fasi dell’aggressione.

Sul fatto indaga la Procura della Repubblica di Modena, alla quale sono stati prodotti tutti gli accertamenti effettuati per ricostruire i fatti. Contributo fondamentale per la ricostruzione della dinamica e per l’identificazione delle parti è stato fornito dalle immagini del sistema di videosorveglianza cittadino, immediatamente acquisito dai Carabinieri di Carpi, tuttora al vaglio della Procura della Repubblica. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio, minacce gravi e danneggiamento.

Informa un comunicato stampa giunto in redazione.

 

 

(30 ottobre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata