15.7 C
Modena
lunedì, Settembre 27, 2021
HomeCopertina ModenaLa Consigliera Mazzacurati in cerca di visibilità sembra avere rinnegato il meglio...

La Consigliera Mazzacurati in cerca di visibilità sembra avere rinnegato il meglio delle sue radici

di Giancarlo Grassi #Modena twitter@modenanewsgaia #Lopinione

 

Valentina Mazzacurati è una consigliera di Forza Italia eletta a Modena con 85 voti. Mazzacurati è una donna estremamente attraente, con un sorriso di straordinaria bellezza. La natura l’ha privilegiata. ha preso il meglio dalla madre ruandese. E il peggio dalla cultura modenese. Non è la prima. Disgraziatamente non sarà l’ultima.

Mazzacurati è donna, è bella, è nera. E pare non avere imparato niente da nessuna di queste circostanze sfavorevoli proprie della società misogina, maschilista e razzista che lei alimenta con dichiarazioni che non le fanno onore in quanto donna, bella e nera, e che gettano un’ombra di credibilità sulla sua giovane carriera politica. L’ombra si chiama bisogno di visibilità  a qualunque costo: è una fame insaziabile, che non viene placata da nulla. E’ pericolosissima e mangia l’anima. Come la paura. Della quale è diretta discendente.

Farebbe bene alla consigliera Mazzacurati di Forza Italia eletta con 85 voti la visione di un film di Rainer Werner Fassbinder “La Paura mangia l’Anima”. Le darà fastidio. Per questo le farà tanto bene.

Mazzacurati commenta con parole incommentabili la vicenda Sea Watch e se la prende, come farebbe qualsiasi maschio WASP – non c’è bisogno di tradurre, la consigliera Mazzacurati è donna colta, si nota, e per questo ci si chiede il perché – verso la Comandante (si è Comandanti in mare e Capitano in terra, va ricordato) Carola Rackete, agli arresti e definita delinquente prima del processo, e si esprime così…

 

“Possiamo fare qualcosa per farla assomigliare ad un donna?” (…) “Credo che il decoro sia il minimo per avere l’autorevolezza”…

 

Consigliera… Questi commenti li fanno gli uomini che hanno problemi con le donne. Non li fanno le donne. Li fanno gli ignoranti. E Lei non lo è. Sappiamo che sta già impegnandosi nel tirocinio in uno studio legale e nel frattempo si sta laureando costruendo, nel frattempo e con impegno, la sua carriera politica. Davvero non avrebbe bisogno di questi mezzucci per cavalcare l’onda e per rendersi visibile. Lei, basta guardarLa, è il ritratto di una donna di valore. Deve proprio fare battute da maschiaccio imbecille Lei che è donna, è bella, è nera ed è colta? La cultura africana del rispetto che ha tanto da insegnare alla nostra, che il rispetto non sa più cos’è, non le ha insegnato davvero nulla?

Non ci possiamo credere, così preferiamo credere che Lei abbia preso un clamoroso abbaglio, che ai suoi trent’anni Consigliera Mazzacurati non andrebbe preso, nonostante i suoi 85 [sic] voti che l’hanno proiettata nell’agone politico proprio come se l’agone politico avesse bisogno di Lei, Consigliera…

Così tratti bene quella materia che è il rispetto per l’altro che Lei, in qualche momento della Sua vita, ha dovuto conquistare a pugni sul tavolo, e si limiti ad osservare da esterna ciò che la troppo imperfetta giustizia italiana farà. Se davvero ha a cuore il Suo paese e non solo la Sua carriera, cosa che mi guardo bene dal pensare, si impegni a migliorarlo quel sistema giudiziario, invece di fare battute da bar di quartiere su un’altra donna.

Se poi dovessere avere tempo, Consigliera, ascolti le grida delle Sue radici africane, ci dicono abbia radici ruandesi. Ci faccia i conti.
In quel continente, come Lei sa meglio di me nonostante io conosca bene l’Africa, ci si chiama fratelli e sorelle. E non lo si fa casualmente.

Ecco Consigliera. Torni a quel punto lì. Come in un ipnosi regressiva… Perché anche io, come Lei, credo “che il decoro sia il minimo per avere l’autorevolezza”…

 

 

 

 

 

 

 

( 30 giugno 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE