Domenica 19 maggio la Festa dell’Acqua al Parco Ferrari

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Eventi

 

Con mostre, laboratori, indagini scientifiche e animazione per i più piccoli, torna domenica 19 maggio al parco Ferrari “Ho sete di sapere”, la Festa dell’acqua organizzata dal Comune di Modena, assessorato all’Ambiente e Multicentro ambiente e salute (Musa), e dal Gruppo Hera, giunta alla 16ª edizione.

Dalle 15 alle 19 nel parco si potranno trovare punti informativi sulla qualità dell’acqua e sulle buone pratiche per diminuire gli sprechi, banchetti delle associazioni di volontariato e laboratori pratici per bambini e ragazzi. Nel programma anche la premiazione, alle 17, dei ragazzi degli istituti comprensivi cittadini che hanno partecipato al bando Musa scuola sul tema “Ambiente e salute”, e delle prime tre classi classificate del concorso “Siamo nati per camminare e vivere in modo sostenibile” che si è svolto tra marzo e aprile. Tutti i materiali prodotti dai bambini e dai ragazzi saranno in mostra all’interno della festa.

Il programma della Festa dell’acqua 2019 propone numerose mostre didattiche su tanti temi collegati all’acqua, come la biodiversità degli ambienti acquatici e le conseguenze di un uso eccessivo della plastica, ma anche sui progetti di cooperazione in Kenia, Tanzania e Albania dell’associazione Modena Cefa, e in Madagascar dell’associazione “Alfeo Corassori La vita per te”. Tra le mostre anche “Gli alberi di Lilliput”, l’esposizione di miniature arboree presenti nei cinque continenti realizzata dagli studenti dell’Ipsia Corni. Come il gigante di Swift, il pubblico potrà visitare la foresta in 3D più piccola del mondo, dove anche le altissime sequoie non superano i venti centimetri.

Nei punti informativi si potranno approfondire le buone pratiche per l’uso consapevole dell’acqua e avere informazioni su alimentazione sana e sani stili di vita a cura di Unimore nell’ambito del progetto InForma a scuola, oltre a entrare in contatto con tante associazioni di volontariato ambientale tra le quali Legambiente, Gel e Gev. I volontari della Protezione civile racconteranno la loro attività e daranno dimostrazione dell’attività per arginare le acque. Sarà, inoltre, possibile acquistare anche oggetti pronti per una seconda vita nel mercatino del riuso a cura dell’associazione Tric e Trac.

Per la sezione “L’acqua di casa tua” gli studenti del Fermi analizzeranno l’acqua portata da casa dai cittadini; si potranno osservare con un microscopio i microinvertebrati del laghetto; svolgere un’attività di biomonitoraggio con i licheni nel parco, fare “assaggi” d’acqua e imparare a leggere le etichette mentre Federconsumatori proporrà un laboratorio sull’utilizzo dell’acqua di rubinetto in alternativa a quella in bottiglia.

Diverse le animazioni per bambini: la costruzione di zattere con i tappi di sughero (da portare da casa insieme agli stuzzicadenti) e “Dipingere il territorio”, le sculture di palloncini e truccabimbi fino ai laboratori dedicati alla semina dell’insalata e del girasole e alla scoperta delle erbe aromatiche.

La Festa dell’acqua è realizzata dal Comune di Modena in collaborazione con Hera, Unimore, Federconsumatori, il Gruppo comunale volontari di Protezione civile, le associazioni di volontariato Modena Cefa, La vita per te, Gel, Gev, Legambiente, Tric e Trac, Zero in condotta, I guitti, Fattorie didattiche, res, Biodiversità, Bonifica Burana, gli istituti Enrico Fermi e Fermo Corni, e con la partecipazione di tutti gli istituti comprensivi di Modena.

 





 

(18 maggio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 





 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*