Elezioni 2019, informazioni sul sito del Comune e disponibilità scrutatori entro il 20 aprile

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Elezioni2019

 

Tutte le informazioni sul voto, da come si aggiorna la tessera elettorale a come si può presentare una candidatura, fino alle indicazioni per gli operatori dei seggi. Sono alcuni dei contenuti già disponibili nelle pagine dedicate alle “Elezioni 2019”, costantemente aggiornate, che si possono consultare sul sito del Comune sia per quello che riguarda le amministrative, con l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale, sia per le elezioni Europee.

Sul sito è anche disponibile il servizio “Cerca seggio” che funziona anche con un semplice sms (il numero a cui inviare il messaggio è 339 9941028); digitando “voto” seguito da uno spazio e dal proprio codice fiscale si può sapere in quale seggio ci si deve recare per votare.

In questo modo si può verificare anche se la propria tessera elettorale è stata aggiornata in seguito a un cambio di indirizzo o a modifiche degli stradari. Ogni anno, infatti, sono diverse centinaia le persone che ricevono la raccomandata con l’indicazione del nuovo seggio, ma non tutte si ricordano di aggiornare la tessera o controllare che non sia smarrita, esaurita o deteriorata. Nel 2019, inoltre, a seguito della revisione delle sezioni elettorali, sono stati istituiti tre nuovi seggi e l’ufficio elettorale ha spedito a tutti gli interessati l’etichetta rosa adesiva, da applicare sulla tessera, indicante il nuovo seggio presso il quale recarsi al voto.

È possibile avere la tessera elettorale, indispensabile per il voto, rivolgendosi agli sportelli anagrafici dei Quartieri 2,3 e 4 per evitare attese all’Ufficio Elettorale di via Santi 40.  Al Quartiere 2 (via Nonantolana 685/S) e al Quartiere 3 (via Don Minzoni, 121) sono aperti dalle 8.30 alle 12.30 nelle giornate di martedì e venerdì. Al Quartiere 4 (via Newton, 150) è aperto lunedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.30.

Hanno tempo fino a sabato 20 aprile gli elettori del Comune di Modena iscritti all’Albo degli scrutatori per dare la propria disponibilità in vista delle elezioni del 26 maggio per il Parlamento Europeo e per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale.

Per comunicare la disponibilità è necessario compilare la dichiarazione, disponibile on line e inviarla all’ufficio Elettorale indicando lo stato di disoccupazione, di inoccupazione o di assenza di reddito e l’eventuale iscrizione al Centro per l’impiego di Modena. Chi si trova in queste condizioni, infatti, avrà precedenza nella nomina.

Gli scrutatori riceveranno un compenso di 121 euro per i seggi ordinari e di 49 euro per i seggi speciali (salvo successive modifiche) e dovranno rendersi disponibili sabato 25 maggio, dalle 16 sino a completamento delle operazioni preliminari alle votazioni, e nella giornata di domenica 26 maggio dalle 7 alle 23 per le operazioni di voto, poi, senza interruzione, per le operazioni di scrutinio delle schede per il Parlamento Europeo, sino alla loro conclusione, prevista per le prime ore del mattino successivo. Gli scrutatori dovranno poi essere disponibili il lunedì 27 maggio dalle ore 14 per lo scrutinio delle schede per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale, fino al termine delle operazioni.

Gli scrutatori nominati per la consultazione del 26 maggio saranno tenuti a svolgere la funzione anche in caso di ballottaggio, che eventualmente si terrà il 9 giugno 2019 e per il quale percepiranno un compenso di euro 120 per i seggi normali e di euro 61 per i seggi speciali (salvo eventuali modifiche).

Anche in questo caso gli scrutatori dovranno rendersi disponibili il sabato pomeriggio 8 giugno dalle 16 sino a completamento delle operazioni preliminari alle votazioni e nella giornata di domenica 9 giugno dalle 7 alle 23 per le operazioni di voto, poi, senza interruzione, per le operazioni di scrutinio, sino alla loro conclusione, prevista per le prime ore del mattino successivo.

Dalle funzioni di scrutatore sono esclusi i dipendenti del ministero dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti; gli appartenenti a Forze Armate in servizio; i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti; i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali.

 

 




 

 

(15 aprile 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 




 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*